IL PRIMO VIDEO BLOG ITALIANO DEDICATO AL CINEMA E ALLA TELEVISIONE

 

Tag catacombs

Ven
13
Lug

Recensione di “Catacombs - Il mondo dei morti” – Giudizi, commenti e opinioni della redazione

Una storia tutta costruita intorno alla paura generata dal buio e dalla claustrofobia, quella racontata in “Catacombs”. Protagonista è Victoria (Shannyn Sossamon), una ragazza americana che soffre di crisi d’ansia e che per provare a uscire dallo stato di prostrazione in cui si trova decide di raggiungere la sorella maggiore (Alecia Moore meglio nota come Pink) a Parigi. Qui viene coinvolta in un rave che ha luogo nelle catacombe di Parigi, dove Victoria in seguito all’irruzione della polizia si perde. Da qui ha inizio un lungo e disperante peregrinare per chilometri di cunicoli oscuri e popolati dalle innumerevoli ossa di quei morti che furono sepolti qui nell’Ottocento. Il finale è inaspettato.

Un horror all’insegna della suggestione e del panico derivante dalla solitudine e dal buio. Piuttosto che agire sulla visione orripilante, generando splatter a mai finire in stile Wes Craven – le premesse c’erano tutte: scenario misterioso e cupo, riunione di giovani spensierati a cui fare la pelle, impossibilità di fuga... – i registi David Elliot e Tomm Coker (quest’ultimo un esordiente) si dedicano a disegnare piuttosto le angosce di un percorso attraverso gli inferi di Parigi. La fotografia di Maxime Alexandre, peraltro lo stesso delle “Colline hanno gli occhi” prodotto da Craven, lavora interamente sulla valorizzazione del potere terrorifico dell’oscurità, aiutando una sceneggiatura non brillante a colorire di tensione i momenti più cruciali.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 

AGGIUNGI ELEMENTO

CINEMA

GENERE

TELEVISIONE

REALITY SHOW

ARCHIVIO MESI

Feed RSS