IL PRIMO VIDEO BLOG ITALIANO DEDICATO AL CINEMA E ALLA TELEVISIONE

 

Tag giudizi

Gio
27
Dic

Recensione film "L'Amore ai tempi del colera": dalle pagine di un grande romanzo al grande schermo. Giudizi, commenti e opinioni della redazione

Attendere cinquant'anni un amore da cui ci si è dovuti allontanare; la battaglia tra il vero amore e l’amore razionale. Tratto dal romanzo ennesimo atto d’amore di Gabriel Garcia Marquez, è uscito venerdì 21 dicembre, nelle sale cinematografiche italiane ‘L’Amore ai tempi del colera’, un film storico, un film d’amore. Un Amore, con la A maiuscola che vive nei cuori, che anima la passione, che stringe e soffoca e che definisce la cosa più bella del mondo. E’ una amore che dura decine anni e non viene vissuto, non appagato, mai conosciuto. Il film, come il libro, non è altro che il racconto di una lunga attesa di un amore.

Splendida l’interpretazione di Giovanna Mezzogiorno, perfetta nel ruolo assegnatole, enfatizzato naturalmente dalla sua aria di intensa profondità e dal suo essere sempre forte e appassionata. Occhi blu ghiaccio che sono capaci di affascinare al primo sguardo e legare un uomo a sé per sempre, la Mezzogiorno per la prima volta è stata protagonista di una produzione Usa e interprete di un ruolo che la segue nel suo percorso da sedici e settantenni. La storia è ambientata in Sudamerica.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 
Mer
23
Gen

Cloverfield il film al cinema del regista di Lost e Alias promosso su Internet è in vetta alla classifica. Trama, giudizi e commenti.

La mente del telefilm cult "Lost", J.J. Abrams, è il produttore del kolossal "Cloverfield" (in Italia il 1 febbraio). Niente star di primo piano nel cast, originalità nelle riprese (che rimandano alle inquadrature 'a spalla' di "Blair Witch Project") ed effetti speciali che vogliono dare l'idea del massimo realismo possibile: questi gli ingredienti fondamentali del successo del nuovo film in arrivo.

Protagonista un mostro che distrugge tutto quello che vede. Negli Usa la pellicola ha già incassato 41 milioni di dollari al debutto. Il trailer, di poche immagini, è caratterizzato da riprese con videocamere amatoriali, nelle quali un party su un roof a New York viene interrotto da sinistri boati.

I ragazzi si precipitano sulla terrazza e vedono una serie di esplosioni sconvolgere la città sottostante. Fuggono in strada, colpi e ruggiti si ripetono fino a quando piomba, rotolando sull'asfalto, la testa della Statua della Libertà.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 
Mer
20
Feb

"Parlami d'amore" di Silvio Muccino con Carolina Crescentini e Aitana Sánchez-Gijón è il film più visto e primo nelle classifiche superando ancora Caos Calmo. Trama,commenti,opinioni

Il detto è “piccole donne crescono”  ma meglio ancor dire oggi "piccoli uomini crescono", e crediamo, non ci sia stato percorso di crescita migliore per un attore e regista come quello che è diventato Silvio Muccino. Nato spalla del fratello Gabriele, oggi perfettamente a suo agio nei panni di star del cinema italiano, ha ben saputo raccogliere l'eredità del 'maggiore'. E’ cresciuto con i film d’amore, con i film che parlano di sentimenti, che raccontano delle passioni e delle emozioni ed è approdato al cinema con un gran successo: “Parlami d’amore”, con Carolina Crescentini e Aitana Sàanchez, il manuale del sentimento più antico del mondo, più bello e coinvolgente. Più entusiasmante.

Muccino junior vuole volare alto: parte nella sua prima avventura registica riadattando un romanzo (il suo) di oltre quattrocento pagine in due ore di film, spaziando, nelle citazioni e nelle riprese, da Godard a Bartolucci. Il tema scelto è quello di un triangolo amoroso (che assumerà forme di ossessione) tra un giovane disadattato, Sasha (Silvio Cuccino), ragazzo dall’infanzia difficile, cresciuto con due genitori tossicodipendenti, una vita complicata e tormentata, una femme fatale ricca e viziata e una donna matura dal passato ingombrante. E’ la storia di un'educazione sentimentale che sfugge al controllo e alle regole. In cui i ruoli si confondono e si ribaltano. Le sequenze del film sono costruite in maniera crescente ed enfatica sullo sfondo di una scenografia pomposa ed artefatta, con sottofondi musicali forti e coinvolgenti.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 
Mer
27
Feb

Seconda puntata del festival di Sanremo 2008: ancora calo di ascolti. Scatenata la Guaccero. E Pippo Baudo si scatena: " Lo spettatore vuole essere fottuto, senza scandalo non si eccita,. E' la qualità in un'Italia di merda "

Anche la seconda serata non va: 6 milioni 500 mila e il 32,33% di share: il Festival continua a perdere spettatori. "E' lo scandalo che fa l'evento, lo spettatore vuole essere fottuto". Se la qualità, dice Pippo, non paga, è colpa di uno scadimento generale dei prodotti tv, che ha viziato il pubblico. Le parole di Baudo continuano sulla scia della autocritica (forse): “Probabilmente il Festival va riscritto non ci sono rimproveri perché abbiamo lavorato in armonia e onestà. Dati come questi non dipendono da momenti dello spettacolo ma dallo spettacolo nella sua interezza”.

Un assaggio del Romeo e Giulietta di Riccardo Cocciante; il ritorno all'Ariston dei Duran Duran a 23 anni dall'ultima volta; la Nazionale vaticana di calcio, che canta Hic sunt campiones, cover in latino di We Are the Champions. Alla fine, però, si fa tardi lo stesso e si sfora di oltre mezz'ora. Scatenata tutta la serata la ‘velina’ mora, Bianca Guaccero, la splendida co-conduttrice di Bitonto. Canta in ply-back ma si rifà nella danza.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 
Sab
05
Apr

Il cacciatore di aquiloni ancora in vetta al botteghino. Kabul raccontata dalla storia di due bambini. Trama, recensioni. opinioni e commenti

Il cacciatore di aquiloni è il primo romanzo dello scrittore americano di origine afgana Khaled Hosseini, che narra la storia di Amir, un ragazzo afgano pashtun di Kabul, magro e pallido dalle spalle strette, gli occhi color castano chiaro e piccolo di statura per i suoi dodici anni, non è molto bravo nel campo sportivo, ma lo è in quello letterario e ama leggere e scrivere romanzi,  e del suo senso di colpa per il suo amico, Hassan, figlio del suo servo hazara, un ragazzo bravo, gentile sempre con Amir, pronto a proteggerlo in ogni circostanza. Si serve sempre di una fionda che porta con sé e che sa usare benissimo. Si scopre, nel bel mezzo della narrazione, che Amir e Hassan sono fratelli. E ne nasce il racconto di una bellissima di storia di amicizia e fratellanza attraverso i 30 di storia afgana. Sullo sfondo della trama principale ci sono, infatti, molti eventi storici, come la caduta della monarchia, l'invasione russa, l'esodo di massa verso il Pakistan e il regime talebano.

Il film è un ottimo rappresentazione della storia, buona scenografia, cornici musicali ed è fedele al libro, ma ciò che lo rende unico è la prospettiva diversa riguardo all’Afghanistan. Non un Paese di guerra, oppressione, aridità, ma un Paese di uomini, che racconta la storia di  persone afghane come, nella storia culturale del cinema, sono state raccontate le vita di migliaia di persone tutte diverse, tutte di mondi diverse, tutte animate da passioni, sentimenti, ambizioni diverse. Splendida la recitazione dei bambini protagonisti, splendidi i passaggi nella storia, splendida la contrapposizione finale tra i russi che in passato portarono li il comunismo e gli americano che oggi vogliono li la democrazia. Due ideologie a confronto, cui gli afgani hanno risposto in egual modo con le armi.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 
Mar
12
Gen

Film Avatar al cinema: critiche e polemiche sulla nuova pellicola record di James Cameron. Dal 15 gennaio in Italia.

Dopo essere stato accusato di incitare alla violenza, ‘Avatar’, il nuovo, e tanto atteso, film di James Cameron è stato visionato dalla commissione censura ed ha avuto l’ok per tutti i pubblici, e sarà nelle sale italiane dal 15 gennaio, distribuito da Fox, forse addirittura in 900 sale. Si tratta di una decisione decisamente diversa rispetto a quella presa dagli Stati Uniti dove il film è stato classificato nella categoria Pg 13 (Pg sta per Parent Guidance) un codice sempre accompagnato dalla scritta ‘i genitori sono fortemente messi in guardia: alcune scene potrebbero essere inadatte ai minori di 13 anni’. Anche in Finlandia e Argentina il film potrà essere visto solo dai maggiori di 13 anni e in Gran Bretagna il film è stato vietato ai minori di 12 anni come anche in Germania, Olanda, Corea del Sud, Svizzera, Irlanda e Brasile.

I motivi che hanno indotto a tali decisioni-limite sono, tuttavia, ancora da precisare. Mentre qualcuno, infatti, ritiene che siano dovute a scene di violenza, altri sostengono che sia perché il personaggio di Sigourney Weaver viene ritratta mentre fuma in alcune scene. Ciò che è certo è che il regista James Cameron aveva tentato di anticipare la censura e aveva preventivamente tagliato l'unica scena di sesso tra alieni destinandola esclusivamente alla versione che uscirà in blu-ray e dvd. Ma questa precauzione non è bastata a far tacere critiche e polemiche.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 
Gio
31
Gen

Evil Thing Cose Cattive: il nuovo film prodotto da Luca Argentero

Si intitola ‘Evil Thing- Cose Cattive’, nuovo film, prodotto da Luca Argentero, che racconta la storia di quattro ragazzi, convocati in un paesino di montagna dopo aver vinto un concorso sul web, che premiava i post più sadici. Gli adolescenti si ritroveranno però in un perverso gioco al massacro, che li metterà l'uno contro l'altro.

Una sorta di Arcangelo Gabriele punisce i diversi concorrenti, in maniera proporzionale alle cattiverie postate sul blog. Tutto questo sotto l'occhio di una webcam, che trasmette in Rete l'orrore di quello che sta accadendo.

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 
Mer
27
Mar

Un’insolita al vendemmia al cinema: arriva il film con tutti gli attori più famosi di Centovetrine. Trama, personaggi, giudizi e commenti

Nelle sale italiane dall11 aprile, arriva il film ‘Un'insolita vendemmia’, scritto e diretto da Daniele Carnacina. Che vedrà nel cast tutti gli attori più famosi di ‘Centovetrine’ da Roberto Alpi a Alex Belli, a Marianna De Micheli. La storia racconta di un gruppo di attori che interpretano una soap-opera di grande successo, dopo dodici anni passati sul set, apprendono la probabile fine della loro serie televisiva.

Decidono allora di raggiungere Roberto, il leader del gruppo, in una piccola isola paradisiaca, dove lui possiede una vigna. E’ l’occasione per ritrovarsi e stare finalmente insieme, lontani da tutto e dal mondo incantato della soap, ma un segreto rivelato li costringerà a dover prendere decisioni difficili e a gestire una situazione molto delicata.
 

Leggi l'articolo intero continua a leggere

 

AGGIUNGI ELEMENTO

CINEMA

GENERE

TELEVISIONE

REALITY SHOW

ARCHIVIO MESI

Feed RSS