IL PRIMO VIDEO BLOG ITALIANO DEDICATO AL CINEMA E ALLA TELEVISIONE

 
Gio
15
Mar

Le Iene su Italia Uno: questa sera il debutto di Claudio Amendola accanto ad Enrico Brignano e Ilary Blasi

Le Iene su Italia Uno: questa sera il debutto di Claudio Amendola accanto ad Enrico Brignano e Ilary Blasi

Giovedì 15 marzo: questa sera al timone de Le Iene insieme ad Enrico Brignano ed Ilary Blasi debutta Claudio Amendola, che raccoglierà il testimone dei predecessori Luca Argentero e Alessandro Gassman, prima di lui quest’anno alla conduzione dello show. Entrambe gli attori, però, hanno dovuto lasciare ‘l’incarico’ per altri improrogabili impegni di lavoro già presi. Così stasera ci prepariamo ad assistere al debutto di uno dei più grandi attori italiani che si rivelerà sicuramente una scommessa vincente.

Tra i servizi che andranno in onda questa sera su Italia Uno, la Iena Paolo Calabresi si occupa dello scandalo del calcio sommesse scoppiato nel 1980 che vede coinvolte diversi giocatori, dirigenti e società. Calabresi si concentrerà in particolare sulla partita Bologna-Juventus del 13 gennaio 1980, finita in pareggio (1-1) dopo un errore del portiere del Bologna Zinetti e un autogol del difensore juventino Sergio Brio. La Iena cerca di far luce sull’episodio intervistando alcuni protagonisti di allora, tra cui gli ex calciatori del Bologna Carlo Petrini, Angelo Castronaro, Renato Sali e Arcadio Spinozzi e gli ex Juventini Franco Causio e Roberto Bettega. (Nell’altro allegato il comunicato con le dichiarazioni delle persone intervistate).
 

Poi il caso, che aveva suscitato grande clamore, di Giulio Golia sulle ipotesi del professor Paolo Zamboni e del professor Fabrizio Salvi che attribuivano un’origine cardiovascolare alla malattia neurodegenerativa sclerosi multipla (o MS). Alle telecamere delle Iena, il professor Zamboni aveva sostenuto che, alla base della MS c’è una sindrome emodinamica (la C.C.S.V.I. o insufficienza venosa cronica cerebrospinale, in Italia non ancora considerata come malattia dal sistema sanitario) che, producendo un’ostruzione all’interno di alcune vene che portano il sangue dal cervello al cuore, crea un ristagno che causa infiammazioni e, successivamente, la sclerosi multipla.

Il professore sosteneva che, liberando tale ostruzione con un’operazione di angioplastica, i malati di MS potevano ottenere dei benefici. Proprio per questo aveva operato, in fase preclinica, diversi pazienti. La Iena raggiunge, ad un anno e mezzo di distanza, le persone che si sono sottoposte all’operazione del professor Zamboni o hanno compiuto lo stesso intervento all’estero (in quanto in Italia tale operazione non è prevista dal sistema sanitario) per conoscere la loro condizione dopo l’angioplastica, in attesa che parta anche in Italia la sperimentazione del metodo, che sarebbe dovuta iniziare due anni fa.


Video: Intervista Claudio Amendola
Video: Claudio Amendola a Scherzi a Parte
 
Vota Post:
>

Commenti

Commenta l'articolo


AGGIUNGI ELEMENTO

CINEMA

GENERE

TELEVISIONE

REALITY SHOW

ARCHIVIO MESI

Feed RSS